giovedì 1 gennaio 2015

HAPPY NEW YEAR 2015 !

Come usanza da qualche tempo, apro e chiudo l'anno con un post culinario.
Per la cena di San Silvestro abbiamo deciso di stare "ai primi danni" visti i 3 kg (dico... TRE!!) che ho preso in vacanza a Scuol e complice il fatto che Thomas il 1 gennaio deve alzarsi presto per andare in Croce Verde a smontare l'infrastruttura approntata all'Osp. Civico per accogliere gli eccessi dei Luganesi ( sigh! ) e domani sera/notte sarà pure di turno.

Negli ultimi mesi ho scoperto i libri di cucina Eleonora Postizzi e Asinochileggeancora il suo sito davvero simpaticissimo.
Questa ragazza è conosciuta ai più come "la morosa" di Matteo Pelli ma credo in tutta onestà che brillerebbe tranquillamente di luce propria anche se non lo fosse in quanto trovo sia davvero brava.

Propone delle ricette semplici e leggere, quindi per i nostri propositi di San Silvestro si rivela la scelta perfetta!

Mi metto in cucina presto nel pomeriggio così posso preparare tutto quanto possibile in anticipo in modo da non arrivare alle 20 con l'affanno.

In ordine inizio con il dessert, così lo metterò subito in frigo protetto da un foglio di carta alu; seguo poi con l'insalata di quinoa, la terrina di verdure e le polpette di pollo, lasciando per ultimi i crostini che servono per l'aperitivo e vanno preparati in ultimissima battuta.

Vi lascio quindi, in ordine di apparizione a tavola, le ricette che ho preparato, completate dalle immancabili foto che spero apprezzerete, nel photo-food mi sento sempre a mio agio e devo proprio ringraziare la mia amica Christina (Blog Assaporando il viaggio) per avermi proposto di partecipare insieme a Fabiola a quel corso... ormai quasi 5 anni fa.


CROSTINI DI CAPRA CALDI

1 baguette - 1 "bûche" di capra - qb tapenade - qb miele - qb noci di pecan (ho usato noci normali  e pinoli perché non avevo noci di pecan) 

Tagliare la baguette a fette alte ca 1 cm, cospargerle con un cucchiaino di tapenade (ho scordato di comprare gli ingredienti quindi non l'ho fatta e i crostini sono venuti bene lo stesso).
Posizionare sopra una fetta di formaggio di capra; infornare con la funzione grill per 3-5 minuti (o in forno caldo), fino a quando il formaggio inizierà a dorare. Togliere e guarnire con le noci .. non come ho fatto io che le ho messe prima e si sono annerite, roba da dilettante, sigh!

In un piatto servire i crostini di capra ancora caldi con un goccio di miele. Io avevo la fantastica marmellata di arance amare che ho comprato dal team di cucina dell'hotel Guardaval di Scuol, una vera delizia quindi ho fatto metà crostini col miele e metà con la marmellata.. un bijou!



Accompagnate come ho fatto io con un bel martini (si, si, confermo: viene bene anche con il limone visto che non avevo le olive !!!) oppure con del vino bianco.



INSALATA COLORATA DI QUINOA

170 gr di Quinoa tricolore - 2 gambi di sedano - 1/2 peperone giallo (io avevo quello arancione) - 10ina di pomodorini cherry o datterino - 10ina di champignon bianchi - un paio di cucchiai di cottage cheese - qb vino bianco - qb sale e pepe - qb olio di riso (lei usa oliva ma io non posso..) - ev timo fresco

Cuocere la quinoa in acqua salata bollente (la quantità dell'acqua è del doppio rispetto a quella della quinoa) per circa 10 minuti. Scolare e lasciar raffreddare.

In una padella antiaderente far scaldare un goccio d'olio e rosolare brevemente gli champignon precedente tagliati a listarelle, sfumare con un goccio di vino bianco, lasciar evaporare, salare e cuocere per qualche minuto. Lasciar raffreddare.

Tagliare a cubetti il peperone, il sedano e i pomodorini.

Unire le verdure e i funghi alla quinoa ormai tiepida, condire con l'olio, il succo di limone ed eventualmente sale, pepe e timo. Aggiungere un cucchiaino di cottage cheese su ogni piatto e condire anch'esso con un goccio di olio.

Suggerimento: volendo si può sostituire il cottage cheese con del tofu per una versione vegana oppure con della feta per un sapore più deciso.
Per un'insalata più ricca sostituire il formaggio con dei gamberetti.





TERRINA DI CAVOLFIORE E ROMANESCO

Per una terrina rettangolare da 5x30 cm, 45 min di preparazione
2 cavolfiori medio-piccoli (o uno grande) - 1 cavolo romanesco (o un broccolo) - 2 uova - 3dl di panna, sempre per la filosofia stiam leggeri.. ho preso la Weight Watchers ;-)  - 1.5 dl di latte parz. scremato - qb sale - qb panna acida

Pulire il cavolfiore e il romanesco e dividere i ciuffetti in porzioni medio-piccole. Cuocerli al vapore per 8-10 minuti, non devono essere cotti ma solo ammorbiditi.
Nel frattempo nel misurino con beccuccio unire le uova, la panna, il latte, il sale e il pepe. Mescolare bene.

Foderare una terrina con la carta pellicola facendo bene attenzione che gli estremi sporgano: sarà più semplice estrarla.
Inserire i ciuffetti di cavolfiore e romanesco premendo bene per assicurarsi che non rimangano troppi spazi.
Versare il composto di uova e panna preparato precedentemente e infornare a forno già caldo a 180 gradi per circa 20 minuti o fino a quando la superficie risulterà dorata.
Far raffreddare completamente su una griglia prima di sformarla.

Quando la terrina sarà ben raffreddata, sformarla e tagliarla a fettine, servire con un cucchiaino di panna acida.

Io non volevo mangiarla fredda per cui l'ho preparata e poi l'ho rimessa in forno al caldo (100 gradi circa in modo che non cuocesse più ma semplicemente si riscaldasse) per una mezz'ora prima di servirla.




POLPETTE DI POLLO

le quantità sarebbero per 4 persone, noi le abbiamo mangiate in 2. Ne sono avanzate 3 o 4...

300 gr macinata di pollo - 1 scalogno - 1 uovo - 2 cucchiai di pangrattato - qb prezzemolo - qb vino bianco - qb olio di colza, rigorsamente Svizzero in quanto si tratta del più "puro" che trovate in commercio - qb farina: Eleonora usa la farina bianca, io invece fedele alla mia convinzione che la bianca fa male, uso sempre e solo farina integrale, questo ha dato una colorazione più scura alle polpette ma non ne ha certo compromesso il sapore.

In una ciotola unire il pollo allo scalogno finemente tritato, il prezzemolo tritato, l'uovo e il pangrattato. Aggiustare di sale e pepe. Formare delle palline con un cucchiaio o con l'aiuto di un sac à poche e rotolarle nella farina.

In una padella antiaderente scaldare l'olio, cuocere le polpette prima da un lato poi dall'altro a fuoco medio, bagnare con un po' di vino bianco e lasciar cuocere qualche minuto.
Servire le polpette ben calde.




DELIZIA AI LAMPONI

Per 6-8 bicchierini - Io  non avevo i bicchierini (dovrò assolutamente rimediare con Westwing Home & Living!), ho usato delle ciotoline, viene bene lo stesso.

250 gr di mascarpone
200 gr di quark magro o semigrasso
2-3 cucchiai di zucchero - uso quello di canna perché l'altro non è sano per nulla!
500 gr di lamponi freschi
alcuni biscotti friabili 

Preparare un coulis di lamponi frullandone la metà (250 gr circa) con un goccio di acqua. Il composto deve risultare leggermente liquido. Non è necessario togliere i semini .. anche perché vorrei vedervi !

In una ciotola lavorare il mascarpone con lo zucchero e il quark fino ad ottenere un composto morbido. Mettere in un sac à poche.

Posizionare sul fondo dei bicchierini un biscotto, bagnarlo con un paio di cucchiai di coulis.
Coprire con la crema al mascarpone. Aggiungere uno strato di lamponi freschi e terminare con un altro strato di crema al mascarpone. Decorare con un lampone e qualche briciola di biscotto.
Secondo me a titolo puramente decorativo, anche una fogliolina di menta ci sta bene.



Non dimenticate però di creare anche un bell'ambiente... sia San Silvestro oppure un'altra occasione "speciale"!!




BUON ANNO A TUTTI!

****
Foto@Dom2014/2015
Canon EOS 6D su treppiede SLIK Mini II
obiettivi: Canon EF 24-105mm 1:4 L IS USM e Canon EF 50mm 1:1.4