venerdì 6 giugno 2014

"The Mother Road" ovvero la nostra Route 66

clic sulla cartina per ingrandirla formato naturale

COME SEMPRE DOVE VEDETE SCRITTE COLORATE, SONO LINK A SITI INTERNET CLICCATECI SOPRA

Visto così vi sembra un gran casino, eh ? 
Tranquilli... sembra ma non è!

Sono circa 3800 km con partenza da Chicago e arrivo sul molo di Santa Monica a Los Angeles, passando per 10 stati (1 in più rispetto alla 66 classica, perchè noi saliamo anche in Nevada per andare a Las Vegas)
Li percorreremo tutti, o quanto meno quasi tutti. Infatti la Route 66 originale è stata parzialmente abbandonata negli anni 80.
Più dell'80% del tracciato originale e delle varie modifiche possono essere percorsi ancor oggi con un'attenta pianificazione. Alcuni tronchi sono ancora ben conservati.

1. tappa: CASA-CHICAGO
Il nostro viaggio inizierà il 26 luglio mattina presto con partenza da Milano per Zurigo con arrivo a Chicago nel primo pomeriggio con comodi voli Swiss. Il sabato e la domenica li dedicheremo alla visita di Chicago: sono pochissime ore per vedere una città che "a naso" mi sa molto bella.

2. tappa: CHICAGO-SPRINGFIELD (Illinois)
Premettiamo subito che sono tappe abbastanza indicative, non abbiamo prenotato alberghi salvo quelli nelle grandi città, al Gran Canyon o che proprio sono particolari e tipicamente "old route 66" per cui non volevamo rischiare di non trovare posto.
Il 28 luglio mattina ritireremo l'auto a noleggio e inizieremo la nostra avventura on the road, non prima però di aver testimoniato con una bella foto sotto il cartello, la nostra partenza sulla 66!
L'idea per il primo giorno è di arrivare fino a Springfield, sono circa 300 km.
La città di Springfield oltre ad essere il capoluogo dell'Illinois (e non Chicago come si potrebbe pensare) è anche la città dove iniziò la carriera politica di Abramo Lincoln e dove c'è pure la sua tomba quindi sicuramente ci saranno diverse cose da visitare e non intendiamo perdercele.
Una città che ha "odore" di storia!!!

3. tappa: SPRINFIELD-St. LOUIS (Missouri)
Questa tappa è relativamente corta, sono ca 170 km, per cui può darsi che subisca una variazione o che se non riusciamo a vedere tutto a Springfield, utilizzeremo i pochi km di distanza per partire più tardi da quest'ultima città.
Sembra essere una tipica città americana, probabilmente l'unico monumento che ha è il Gateway Arch, un arco altissimo su cui si può salire.
Suggestivo deve essere anche un giro su uno dei vecchi battelli alla "Tom Sawyer".

4. tappa: St. LOUIS-SPRINGFIELD (Missouri)
Eh.. si! c'è una Springfield anche in Missouri... Dista circa 360 km da St. Louis.
Come è ovvio che sia la strada la farà da padrone e guide alla mano ci faremo sorprendere chilometro dopo chilometro.. d'altra parte se vi diciamo tutto adesso, non c'è più gusto, no?  ;-)

5. tappa: SPRINGFIELD-OKLAHOMA CITY (attraversiamo il Kansas e entriamo in Oklahoma)
Questa è una tappona da 500 km, vedremo come gestirla.
L'arrivo è previsto in questa città che porta sulle spalle il triste ricordo di un attentato terroristico interno che nel 1995 fece 186 morti, fino all'11 settembre 2001 fu il più grave attentato avvenuto negli Stati Uniti.
Ovviamente c'è il Memorial a questo attentato e in zona dovrebbero esserci altre attrazioni da vedere.
Viene segnalato anche un "western heritage" dove dovrebbero esserci nativi americani: tutto da valutare, se è una turistata non fa per noi.

6. tappa: OKLAHOMA CITY-AMARILLO (Texas)
L'arrivo a Amarillo è previsto dopo 420 km. E onestamente non vediamo l'ora.. già perchè qui abbiamo prenotato in un posto che siamo curiosissimi di vedere. Ammetto che la scelta è stata fatta dopo aver seguito "Donnavventura Route 66". Ogni tanto anche queste trasmissioni (che di solito non trovano il mio interesse) mi possono sorprendere.
E' stato infatti utile perchè abbiamo scoperto così il "BIG TEXAN RANCH" con annesso Motel, ristorante e vecchio villaggio stile western.
Chi c'arriva ed ha appresso il cavallo, trova pure le stalle in cui farlo alloggiare. Ci piaceva troppo e sinceramente anche il menu del ristorante non è per nulla malaccio... In questo ristorante fanno un contest incredibile, ossia il tentativo di mangiare: Cocktail di gamberetti, insalata con panino e burro, patate e 2kg di carne. Se si riesce a finire tutto in un'ora, non si paga il conto! 
Camere coloratissime e in stile Texano contraddistinguono il Motel.

7. tappa: AMARILLO-LAS VEGAS (New Mexico)
Km da percorrere 380, anche qui ci lasceremo sorprendere da ciò che troveremo on the road, ho letto che c'è un castello da visitare (un castello in USA? Mah... ). Non abbiamo fatto progetti più di tanto, seguiremo le indicazioni sulle carte della 66.
Partendo da Amarillo non ci faremo però sicuramente mancare il "Cadillac Ranch" un'assoluta trasshhata Americana...

8. tappa: LAS VEGAS-ALBUQUERQUE (New Mexico)
Ca. 200 km per arrivare nella città dove festeggerò il mio 42esimo compleanno! Sarà infatti il 3 agosto.
Ho prenotato in un B&B davvero carinissimo (e pure carissimo, sigh sigh) ma è il mio compleanno e non voglio storie! ;-)
Si chiama "Bottger Mansion of Old Town" è un Historic Bed & Breakfast con tutte delle camere a tema. Da quel che ho potuto vedere io la nostra camera prevede un lettone enorme e alto tanto da dover usare una scala per salirci ... staremo a vedere.
A cena mi piacerebbe andare al "66 Diner" proprio una tipica tavola calda da Route 66.

9. tappa: ALBUQUERQUE - HOLBROOK (Arizona)
Con la prossima tappa entriamo in Arizona, il 7imo Stato che visiteremo.
Prevediamo uno stop a Gallup per vedere la Foresta Pietrificata e il Deserto Dipinto. 
Come sempre però ci fermeremo  strada facendo, ci sono tantissimi edifici e posti che fanno la storia della Route 66 ma visitarli dipenderà anche dal tempo a disposizione e dalla voglia del momento.
Ad Holbrook dormiremo al Wigwam Motel.. un albergo fatto a tende indiane, chissà... lasciamoci sorprendere.

10. tappa: HOLBROOK - GRAN CANYON (Arizona) 
Questa tappa esce dal percorso della Route 66 ma onestamente essere così vicini e non andare al Gran Canyon è un vero peccato. Abbiamo previsto di rimanerci 2 giorni, il 5 e il 6 agosto, non sono tantissimi ma d'altra parte la strada da fare è tanta.
Il primo giorno arriveremo in loco dopo essere partiti da Holbrook ed esserci fermati al Crater Lake vicino a Flagstaff: un cratere formato dalla caduta di un meteorite.
All'arrivo al Gran Canyon dopo essere scesi in albergo prevediamo di ambientarci un po', fare dei giri a piedi. Le temperature dovrebbero essere al limite del bollente quindi c'è da considerare anche questo.
La mattina del 6 agosto invece usciremo per un giro in elicottero all'interno del Canyon, dovrebbe durare circa 1 ora e, da quel che abbiamo letto in rete, dovrebbe essere molto suggestivo. Volevo prendere un volo per vedere l'alba o il tramonto ma erano già tutti esauriti (2 mesi prima) quindi non mi è rimasto altro che prenotare quel che c'era, il volo delle 11.
Al rientro noleggeremo le bici e faremo un giro nei vari trail a disposizione.
Alla sera abbiamo prenotato al ristorante del nostro Hotel, che ha una bellissima terrazza "vista Canyon" e sembra -sempre da quanto letto in rete- che è il migliore.

11. tappa: GRAN CANYON - LAS VEGAS (Nevada)
Questa è una delle tappe che mi incuriosisce di più. Anch'essa una deviazione dal percorso della Route 66.
Dal Gran Canyon scenderemo fino poco dopo Flagstaff per riprendere il percorso della Route, che seguiremo fino a Kingman. 
Da li abbondoneremo la 66 per salire fino a Las Vegas in un clima che si preannuncia torrido. 
L'idea è comunque quella di prendercela molto con comodo sul giorno perchè farà caldo, ho quindi prenotato all'Hilton Tropicana, ricostruzione di un'isola caraibica... Las Vegas, un tripudio di "tutto finto" :-)
Prevediamo di fermarci 3 giorni e di organizzarci con visite alla mattina "presto", poi giornate trascorse in totale relax nella nostra spiaggia-piscina e serate in giro. Anche perchè sicuramente Las Vegas è da vedere con le luci della notte.
Per il 9 agosto ho preso i biglietti per il musical "Mamma Mia !" non vedo l'ora.... Si, bon ma per me è tutto un "non vedo l'ora" :-)
In tutti i casi la parola d'ordine per questi 3 giorni sarà RELAX perchè avremo parecchi chilometri alle spalle.

12. tappa: LAS VEGAS - SAN DIEGO (California)
Altra tappa assolutamente out dalla Route 66... 
E decisamente impegnativa... partiremo presto al mattino per evitare il caldo intenso visto che dovremo percorrere la Moyave Desert Freeway. E' forse l'unica tappa che mi preoccupa anche un po'.
Arriveremo fino a Barstow dove riprenderemo la Route 66 fino a San Bernardino dove sicuramente ci fermeremo perchè c'è il primo Mc Donalds della storia!! Quello "da dove è iniziato tutto"... 
Scenderemo poi per quella che ci è stato anticipato essere una strada particolarmente trafficata fino a San Diego e speriamo di non finire in qualche imbottigliamento da ore.. 
Sarà una giornata pesantuccia e quasi tutta in auto, molto da "trasferimento".

13. tappa: SAN DIEGO - LOS ANGELES (California)
Arriveremo nella serata del 10 agosto a San Diego e saremo cotti come "mondelle".
Il giorno dopo avevamo previsto un'uscita in barca per andare a vedere delfini e (se ci sono) balene. Ho preso contatto con una società che organizza uscite in piccoli gruppi, mi hanno risposto e poi chi li ha più sentiti... non sono molto convinta... vedremo, se non si fanno sentire troveremo un'alternativa anche perchè io vorrei andare a vedere San Diego e perchè no, magari noleggiare la bici e fare giro sul lungo mare.. si vedrà.

Il 12 agosto ripartiremo alla volta di Los Angeles dove ci fermeremo per gli ultimi 4 giorni!
Cercheremo di tornare sui nostri passi per riprendere la Route 66 e arrivare fino al Santa Monica Pier senza perderci in chilometri di autostrade e soprattutto senza perdere troppo tempo perchè negli ultimi chilometri della Route non c'è più nulla da vedere.
Una volta arrivati a Santa Monica faremo ovviamente la foto a comprova di avercela fatta! E poi stanchi ma felici andremo a prendere posto in albergo e organizzare i giorni successivi.
Dovremo selezionare tutto quello che vogliamo vedere perchè c'è molto, dal Walk of Fame agli Universal Studios, Hollywood, Beverly Hills, shopping... e chi più ne ha più ne metta.

Il 16 agosto ripartiremo per tornare a casa, con voli Air Canada via Toronto e arrivo a Milano previsto il 17 agosto tarda mattina.

Che dire... ? 
Stay tuned...