lunedì 30 aprile 2012

HAPPY BIRTHDAY MY LOVELY DOG!

Tanti auguri al mio amore pelosone, che oggi compie 10 anni!!!


10 anni di avventure, disavventure, disastri, gioie, dolori, veterinari, pillole, pastiglie, preparati omeopatici, vacanze, esperienze, innaffiatoi, mollette dei panni, furti di attrezzi da giardino e legna, compagnia al Roger e ora tormenti all'Arturo, inseguimenti prima della Pablita ora della Kira, urli della mamma, ma anche coccole, baci, abbracci, slappatone.. e soprattutto di amore incondizionato!!!!

Auguri Kenny!! ... altri 10, ok??? :-)

domenica 22 aprile 2012

Un po' di cucina...


Alla festa del Partito Liberale con buona invidia di metà sala abbiamo vinto il Paiolo automatico.
Visto il tempaccio di questi giorni abbiamo deciso di provarlo e fare la polenta, accompagnandola con lo Spezzatino alla Fiamminga. 
Una bontà!
 

Ingredienti
500 gr di spezzatino di manzo
100 gr di pancetta affumicata tagliata a dadini
200 gr di cipolle
1 spicchio d’aglio
1 Birra Belga scura
2 fette di pancarrè (meglio se tolte qualche giorno prima e lasciate a diventare rafferme)
20 gr di farina bianca
Olio d’oliva q.b.
Senape forte
2 cucchiai di Zucchero di canna,
2 cucchiai di Aceto di vino rosso
Timo, maggiorana, rosmarino
Burro


Lo spezzatino alla fiamminga è un robusto secondo piatto tipico del Belgio a base di carne di manzo (anticamente si utilizzava il cinghiale) tagliato a pezzetti cotto a lungo, lentamente nella birra belga e arricchito con cipolle e aromi.
Per preparare lo spezzatino scegliete della carne di manzo piuttosto magra come la noce, lo scamone, il reale, la polpa di spalla.
Sbucciate e tagliate finemente le cipolle.
In un tegame, fate sciogliere il burro e aggiungete la pancetta che lascerete rosolare; una volta giunta a doratura toglietela dal tegame con un mestolo forato in modo da lasciare il grasso nel tegame, vi serve per far rosolare poi le cipolle. La pancetta mettetela da parte.
Nel grasso rilasciato dalla pancetta aggiungete le cipolle: fatele dorare a fuoco basso per circa 15 minuti coprendo il tegame con un coperchio fino a che saranno completamente appassite, quindi togliete il coperchio e aggiungete lo zucchero di canna che farete amalgamare perfettamente alle cipolle e caramellare.
Accendete il forno a 180°.
Mischiate la farina bianca con il pepe e il sale, mettete da parte.
Rosolate la carne in poco olio d’oliva e a più riprese; quando avrete finito mettete da parte anche questa.
Versate nella stessa padella, la farina e fatela leggermente dorare, a fontana aggiungete la birra e l’aceto in modo da deglassare il fondo di cottura. Portate ad ebollizione fino ad ottenere un liquido denso e bruno (se usate la birra chiara sarà color nocciola).
Prendete o un tegame da forno e disponetevi le cipolle, la carne e la pancetta a strati. Versate sopra la carne il liquido ottenuto con la birra.
Prendete le due fette di pancarrè e spalmatele con la senape; tagliate a dadini e disponeteli sopra la carne all’interno del tegame da forno.

Infornate il tutto per circa due ore.

Come detto abbiamo accompagnato questo Spezzatino con della buona POLENTA.
Chiaramente avendo il paiolo automatico abbiamo utilizzato quello e la seguente semplicissima ricetta:

500 gr di farina di mais (per polenta alla Migros se ne trovano di ottime qualità)
1,9 lt di acqua
20 gr di sale (2 cucchiai)
2-3 tocchetti di burro

Versare l'acqua nel paiolo e portarla ad ebollizione; quando bolle aggiungere il sale.
Togliere ca 5 dl d'acqua e tenerla da parte. 
Aggiungere la farina a pioggia, rimestando con una frusta o un mestolo. 
Una volta aggiunta la farina agganciare il motore/frusta del paiolo automatico e lasciar cuocere a fuoco lento. 
Ogni tanto controllare la polenta e se è troppo densa aggiungere un po' dell'acqua da parte (a fine cottora dovrete averla aggiunta tutta).
Cuocere per circa 1 ora o anche più a piacimento.
A fine cottura togliere la frusta automatica, aggiungere i tocchetti di burro, alzare il calore e rimestare vigorosamente la polenta con un mestolo.


BUON APPETITO!!!!

lunedì 2 aprile 2012

RISULTATO ELEZIONI

Municipio:
La prima domanda, di fondamentale importanza è come si interpreta questo voto?
Il fatto che non sia stata eletta non è una novità, lo è invece quello che non sono arrivata ultima (come invece io prevedevo) ma soprattutto, che tra i NON eletti sono arrivata 10ima su 21!

Ho battuto TUTTI i rappresentanti della Lega perchè l'eletto in Municipio Alessandro Fontana è un UDC.
Il primo leghista (e loro leader) ha preso 603 voti: io ne ho presi 642!
Ho legnato anche qualche PPD (ed è stato come sparare sulla Croce Rossa) e alcuni Socialisti, fatto quest'ultimo non scontato perchè il PS è il partito di maggioranza in Capriasca.

Un ottimo piazzamento in considerazione che ero l'unica outsider ovverosia non un cavallo di razza Capriaschese e da soli 3 anni residente in alta valle, risaputo e consolidato feudo di sinistra ovvero socialista.
Avessi fatto una votazione simile in Malcantone, mia terra d'origine e di attinenza così come per tanti anni residenza, beh.. mi sarei tappata in casa e non sarei più uscita.
Fare un risultato simile in Capriasca è una vittoria su tutta la linea ed è per questo che ieri sera sono tornata a casa ben più che brilla dopo un bellissimo pomeriggio di attesa nel "covo" storico del PLR, la Trattoria Menghetti a Bigorio. Ovviamente il pomeriggio di attesa è stato seguito dalla serata di degni festeggiamenti.

Da ultimo, grande votazione per i due eletti: Michele Lepori e Lorenzo Orsi.
Michele "figlio d'arte" del nostro grande cugino (in tutti i sensi visto che è molto alto) Bruno Lepori, che i più di voi ricorderanno per essere il sindaco che ha sposato Thomas e me.
Lorenzo Orsi già attualmente Gran Consigliere.
Vista la composizione del nuovo Municipio di Capriasca, si potrà solo lavorare molto bene ed essere coesi e positivi: cose che fondamentalmente sono quanto più conta!

Consiglio Comunale:
Non sono stata eletta nemmeno li, nonostante di nuovo una buonissima votazione personale.
Mi è mancata giusta una manciata di voti e so con chi prendermela.

Tirando le somme di tutto questo direi.... BEEEEEEEE HAPPPPYYYYYYYYYY!!!
Bellissima esperienza, conosciuto tanta gente, mi sono fatta conoscere a mia volta, ho visto veramente tra amici e parenti su chi posso (e non posso) contare, ho fatto l'esperienza della presenza ai seggi con tutti gli annessi, connessi e retroscena.
Non mi serve nemmeno un Lucano :-)

Ciao ciao