martedì 27 dicembre 2011

Vienna, what a wonderful city!!

Nota: per vedere le foto in formato originale, doppio clic.

Il resto delle foto come sempre su Picasa

Levataccia alle 5.30 di sabato 24.12... Thomas non si lamenta, ha ancora qualche reminescenza militare mentre per me è l'unica occasione in cui schizzo dal letto senza tante storie, mi vesto in un nanosecondo e alle 6 sono pronta per partire alla volta dell'aeroporto di Zurigo. Per farmi alzare presto "basta" un aereo ! Alle 10 siamo imbarcati sul volo che in meno di un'ora ci porterà a Vienna, non vediamo l'ora. Abbiamo deciso di visitarla sotto Natale perchè fino al 26.12 ci sono ancora i mercatini, già è romantica di suo, con i mercatini poi, chissà!? Un piccolo assaggio:

Di questa città ci si innamora subito: è così carina, pulita, tranquilla -quasi noiosa- organizzata e per nulla costosa. Bella, da qualsiasi parte la si guardi. Ci vorrebbero giorni e giorni per vedere tutto quanto offre a livello culturale. Dobbiamo proprio puntualizzare che sotto l'ottica "turistica" abbiamo molto da imparare: infatti musei, luoghi di interesse e ristoranti sono TUTTI aperti, magari con orario ridotto (bene o male però 10-16) ma comunque una città a misura di turista. Niente è lasciato al caso, tutto funziona alla perfezione. Il cuore della città è la Cattedrale di Santo Stefano : do you remember "i pilastri della terra"?
Ecco, uguale!!!! Entri e ti sembra di vedere Jack all'opera !

Un altro punto in cui la città offre il suo meglio è il Castello di Schönbrunn, la residenza dell'Imperatrice Sissi. Io che non mi perdo mai i film su Sissi (di solito li danno a Natale e anche quest'anno non si sono smentiti) non posso non visitare questo magnifico castello. Bellissimo e suggestivo, con giardini fantastici e fino al 26.12 il mercatino di Natale proprio nella corte!




Ci siamo un po' ubriacati di vin brûlée per cui mi chiedo come ho fatto a fare queste foto.. forse do il meglio di me da semi-ubriaca ma meglio non approfondire queste tematiche!

Parliamo di cibo: la sera del 24.12 ci siamo dati alla pazza gioia al Gala Dinner in hotel. Si fa prima a dire cosa non c'era da mangiare che quello che c'era. Diremmo semplicemente "di tutto di più". Peccato che non mi sia venuto in mente di fare qualche foto.

In compenso dopo cena, -per smaltire- abbiamo trovato la forza e il coraggio di bardarci ben bene vestiti degli abiti più caldi che avevamo con noi e ci siamo avventurati per qualche foto notturna, scoprendo così che avevo sì preso il cavalletto, ma dimenticato il telecomando. Con quest'ultimo devo aver anche dimenticato le nozioni basilari di fotografia, tanto da scordarmi che non si schiaccia manualmente lo scatto su cavalletto con tempi lunghi ma si usa l'autoscatto evitando così inutili vibrazioni; errori da principiante per cui mi dovrei autopunire.
Qualcosa di buono comunque pare sia riuscita a fare ugualmente.



Abbiamo visitato anche la casa di Mozart e quella di Sigmund Freud. Peccato che, sia all'interno del Castello di Sissi che della casa di Mozart, non fosse concesso fare foto. Da questo punto di vista preferisco lo "stile" di Berlino dove in questo genere di luoghi si possono fare foto pagando un supplemento sul biglietto di circa 2 Euro.






Nessun commento: