lunedì 26 aprile 2010

1 mostra: 1000 emozioni



Un vero peccato per chi, per superficialità o menefreghismo, non è venuto all'inaugurazione della mostra e non ha avuto almeno il pensiero di un sms (ops.. scusate .. piccolo sassolino nella scarpa!) .. perchè ragazzi ..

E' stata una figata!!

Raramente in vita mia mi sono entusiasmata tanto per qualcosa ma questa mostra ne vale davvero la pena!

Bella, semplice ma fatta con il cuore, con passione, con voglia di produrre, con impegno e determinazione!

Un grazie a Michou Manzolini per averci dato questa opportunità, un grazie a tutti i miei compagni dei Corsi per Adulti, sia del foto 1 che del foto 2: questi mesi di percorso insieme sono stati unici e irripetibili. Un gruppo affiatato che ha saputo instaurare un rapporto anche al di fuori del corso. Ora ragazzi però bisogna mantenerlo questo rapporto... dobbiamo darci da fare anche in questo senso, fino ad ora siamo stati bravi continuiamo così!!

Speriamo di poter portare a compimento il progetto di Michou per un'altra mostra, quell'idea mi prende davvero molto!!

Saluto e ringrazio chi ha voluto condividere con noi questo piccolo evento! E grazie alla mia mamma che è venuta a battere le mani alla sua "figliola", all'Ovidio e a sua nipote per aver condiviso con noi questo momento di gioia! Yuppieee....

Un grazie particolare va a mio marito Thomas: Santo sotto tutti gli aspetti, non v'è dubbio!
Mi ha sopportata in questi 2 mesi di sclero in cui il leit motiv dei miei rientri dalle uscite fotografiche era -riporto testuali parole!- "foto di mmmerda, fanno schifo, non ho niente da mettere in mostra, non va bene niente".. Per poi scoprire che anche i miei compagni d'avventura erano nelle stesse condizioni!
Ma Thomas mi ha sopportata, sostenuta e anche se credo non abbia approvato tutte le foto che ho scelto per la mostra, mi ha appoggiata lo stesso. E m'ha aiutato a metterle nel passepartout.. attività in cui ho dato il meglio di me stessa nell'isterismo elevato alla massima potenza!!
Baci


venerdì 23 aprile 2010

Mostra Fotografica Sonvico e dintorni

Carissimi,

vi ricordo che domani a Sonvico ci sarà l'inaugurazione della mostra fotografica "Sonvico e dintorni - Paesaggi, Personaggi, Dettagli" organizzata dai Foto2 dei Corsi per Adulti, quindi anche da Fabi, Chris, io, Oksi, ecc... ecc...

Vi aspettiamo numerosi!!
Baci e buona notte..
Dom

sabato 17 aprile 2010

Foto & Foodstyling - 15.04.2010






Giovedì sera sono andata con Fabiola e Christina, ad un corso di Foto & Foodstyling organizzato da Cookingshoop.it, a Bresso (Milano).

Abbiamo imparato a fotografare il cibo e devo dire che la cosa non è così facile come a dirsi..





Il corso si è svolto con la bravissima Claudia Castaldi, simpatica food-blogger.
In parole povere avevamo un team di cucinatori che si sono dilettati a preparare alcune pietanze per noi, che poi abbiamo dovuto tentare di immortalare degnamente, su tre tavole addobbate per l'occasione con tre stili diversi: uno sullo stile campagnolo, uno stile "elegante" e l'altro invece sul rustico.




Vi metto alcune foto, che ritengo siano "guardabili".. perchè se volete vedere delle belle foto di food, fatte alla perfezione.. beh, allora vi rimando al Blog di Claudia...
A noi manca ancora un po' di pratica ed esperienza anche se onestamente per me era la prima volta e ne sono uscita soddisfatta.



mercoledì 7 aprile 2010

Pasqua in Alsazia

Durante il week end di Pasqua siamo andati in Alsazia; siamo partiti con calma venerdì 2 aprile in mattinata perchè la sottoscritta doveva andare a "ranzare" i capelli.. ormai con i capelli corti non ci si scappa, ogni 3 settimane ho un appuntamento inderogabile con forbici e pettini!

In autostrada, poco prima di Basilea abbiamo raggiunto un veicolo che trovo davvero MITICISSIMO!! Per coloro che hanno più o meno la mia età, la Citroën Pallas rappresenta un ricordo assolutamente indelebile della propria infanzia... Chi non se la ricorda?

Presentata al salone dell'automobile di Parigi nel 1955, ha annoverato fin dalla sua nascita innovazioni tecnologiche che addirittura sono state "rispolverate" da altre case automobilistiche anni dopo la sua uscita di produzione (1975).

Aveva una particolarità nelle sospensioni, che ricordo come fosse ieri...
infatti era dotata di sospensioni idropneumatiche: ogni tanto vedevi quest'auto che si alzava o abbassava, per noi bambini assolutamente una cosa affascinante.
Inoltre la carreggiata anteriore era visibilmente più larga di quella posteriore.

Durante la sua presentazione al salone di Parigi vennero raccolti ben 80 mila ordini (siamo nel 1955!!!!) e ogni ordine aveva un termine di consegna di un anno e mezzo! Nel mese di ottobre 1955 vennero prodotti 7 esemplari, tanto per rendere l'idea di quanto ci volesse a quei tempi per costruire un'auto.
Ritorniamo al nostro tour in Alsazia, senza divagare troppo!
Abbiamo deciso di abbandonare l'autostrada appena dopo Colmar per percorrere la Route des Vins.
Al primo paesino di cui purtroppo non ricordo il nome, abbiamo incontrato queste bellissime cicogne


Ci siamo poi diretti a Ribeauvillé in quanto avevo letto essere un bel paesino. Non si è smentito per nulla, anche se devo dire che tutti i paesini sulla Route des Vins sono magnifici.
(foto su Picasa)

Da Ribeauvillé siamo passati attraverso la foresta e siamo sbucati sul Col de Freland e poi in seguito a Freland, il piccolo paesino in cui si trova "La Haute Grange", la maison d'hôtes in cui avevamo prenotato. Come spesso accade mi sono data diverse pacche sulle spalle per la scelta del posto; trattasi di una bellissima casa e devo dire ci è andata bene considerando che è stata un ripiego in quanto quella a cui mi aveva indirizzata l'amica Christina Kever era purtroppo al completo per Pasqua.
Le maison d'hôtes sono abitazioni tipiche, in cui i proprietari mettono a disposizione alcune camere.
La Haute Grange ha delle camere a tema, la nostra era la "bergamote" arredata con il colore caldo del giallo/ocra e recentemente rinnovata.


Gli spazi comuni sono accoglienti e arredati con buon gusto; sono composti da un salotto con camino, un altro salotto adibito più che altro a biblioteca, una sala da pranzo e la sala della colazione.


Sul mezzanino si trova una piccola esposizione di gioielli, sculture e quadri che sono in vendita - Margaret mi diceva che quest'artista locale -Sylvia- è una sua conoscente e vista la richiesta di quadri da parte degli ospiti, di comune accordo si è deciso di allestire questo piccolo angolo mostra-vendita.
All'esterno della casa troviamo un ampio giardino con sedie a sdraio oppure tavolini e comode sedie, dove godersi il panorama e la tranquillità del posto.









La sera stessa siamo andati a cena a Niedermorschwihr in una taverna consigliata da Margaret e Philippe, dove abbiamo mangiato una buonissima Tarte Flambée e una porzione pantagruelica di Choucroute! Non sono riuscita a finirla..

(scusate la qualità delle foto ma sono state fatte con l'iphone)


Strasburgo

Sabato siamo andati a Strasburgo, siamo partiti dopo una colazione degna di questo nome.. Margaret e Philippe ci hanno viziati con tantissime buone cose fatte in casa.
Abbiamo optato per lasciare l'auto in uno dei parcheggi esterni alla città; su questo apro una parentesi dicendo che a Strasburgo sono molto ben organizzati. Ci sono molti parcheggi "park & bus" o "park & tram" ciò significa che si può lasciare l'auto tutto il giorno in questi parcheggi custoditi, che sono situati alla fermata di un bus o di un tram, per la modica cifra di Euro 2.80 comprensivi di biglietto del mezzo pubblico valido per tutta la giornata e per OGNI occupante del veicolo: nel ns caso per esempio si è trattato di parcheggio + biglietto per Thomas e biglietto per me! Euro 2.8o veramente una cifra irrisoria!

Arrivati in centro Strasburgo ci siamo diretti verso la piazza dove è situata la bellissima Cattedrale: appena l'ho vista il mio pensiero è stato "... "I pilastri della terra" e "Mondo senza fine".. ecco qui, quanto scritto in quei due magnifici libri di Ken Follett, ce l'ho davanti agli occhi"!! Avrei potuto stare delle ore ad ammirare quella Cattedrale, mi sembrava di poter tornare indietro nei secoli e di vedere gli uomini che la costruirono, immaginandomeli come nei due libri di Follett. Chiaramente questa non è la Cattedrale dei libri, ma vederla mi ha dato queste sensazioni.

Per ovvi motivi di spazio, di Strasburgo qui vi metto solo alcune foto però mi raccomando, non perdetevi le altre, sempre su Picasa.


Dopo aver visitato la Cattedrale, ci siamo diretti verso la Chiesa di S. Thomas (come avremmo potuto mancare) anch'essa molto bella, poi abbiamo fatto un giro nel quartiere della Petite France e poi abbiamo visitato il Museo d'Alsazia, molto bello e interessante.

In un battibaleno si è fatta sera, siamo tornati a casa e poi siamo andati a cena a Kaysersberg, in un bel ristorantino che abbiamo definito "chic-coso"; mangiato come sempre benissimo e tantissimo.. Alle 22.30 ero a nanna, stanca morta dall'intensa giornata, ma psicologicamente pronta per quella seguente...

La Route des Vins

Altra colazione degna di un Re in compagnia di Margaret e Philippe.
I 4 compagni di "casa" erano dei Zürcher assai antipatici, credo si troverebbero bene in compagnia dei Neo Zelandesi.
Erano i classici Zurighesi con la puzza sotto al naso, hanno individuato subito e che noi eravamo "Tessiner" e non hanno mancato di farlo notare nei modi e anche nelle parole (mentre stavo col mio pc-mini sul mezzanino, unico posto della casa dove si prende la wireless li ho sentiti... )
Ritornando alla colazione, siamo stati rimpinzati di Kugelhopf fatto in casa da Margaret, brioches, pane burro e marmellata a go-go.
Dopo colazione eravamo decisamente pronti per agguantare la giornata... e saltare il pranzo!
Abbiamo iniziato il nostro giro con la visita del magnifico castello di H. Koenigsburg, io amo i castelli e di questo ne sono stata entusiasta!



Dopo la visita al Castello, abbiamo proseguito con il tour delle cittadine sulla Route des Vins: Sélestat, St Hippolyte, Riquewhir, Kaysersberg e poi ci siamo avviati verso casa per passare un po' di tempo nella tranquillità del salotto, davanti al camino gustandoci un buon bicchiere di vino, di cui il frigo era sempre ben rifornito.





Alla sera siamo andati a cena a Riquewihr in un ristorantino davvero carino "la grappe d'or"; quando Philippe ha saputo che avevamo prenotato li, ha chiamato il ristorante per farci dare un tavolo nella "salette"... beh, davvero una favola!
La salette è un soppalco che da sulla sala da pranzo vera e propria: la particolarità è che sarà alto al massimo un 1.4 m. Infatti anch'io che notoriamente non sono un watusso, ho dovuto piegarmi per entrare! Ma una volta seduti, l'effetto è straordinario e comunque da l'idea di un posto fuori dal normale. Abbiamo mangiato bene, troppo e pagato nella norma. Cosa desiderare di più?
Siamo comunque un pochino tristi: domani si torna a casa.. uffa!

Parte bassa della Route des Vins e ritorno a casa

Nuova colazione memorabile, un po' triste perchè dobbiamo pagare il conto e andarcene. Margaret e Philippe sono simpaticissimi e vogliono sapere tutto del Ticino, dove sono stati in vacanza alcuni anni fa ma, purtroppo, non hanno fatto una buona esperienza.
La "maison d'hôtes" dove avevano prenotato era vicino a Locarno: le immagini in internet non rispecchiavano affatto la realtà, il comportamento dei padroni di casa non molto "ospitale" e la colazione deludente.
D'altra parte devo dire che qualsiasi colazione potrebbe avere delle difficoltà a reggere il confronto con quelle di Margaret!!
I posti sono piaciuti moltissimo ad entrambi, tanto che appunto hanno chiesto svariate informazioni e si sono ripromessi di venire in Ticino; speriamo che la prossima esperienza sia più fortunata.

Partiti da Freland siamo andati a Kientzheim, Tuckheim e Éguisheim: tutte e 3 le cittadine sono molto belline. Éguisheim è circolare e davvero molto particolare.



Tornando a casa non abbiamo trovato traffico e nel tardo pomeriggio siamo andati a riprenderci il nostro amore piccolo peloso -che era anche lui in vacanza dai nonni a Treggia- e siamo rientrati a casa, ingrassati di qualche kg (già, ne avevo proprio bisogno arghhhhhhhhh!!!!) ma contenti e felici.

(Mi perdonate vero, se il resto delle foto su Picasa le trovate a partire da domani sera, 9 aprile ? Sono stanca morta e sono le 23.30!!!)