mercoledì 9 settembre 2009

NORDIC WALKING : La mia nuova attività sportiva

Dovendo abbandonare la corsa -che per altro non m'ha mai entusiasmata più di tanto..- per i già citati problemi alle ginocchia, mi sono indirizzata verso qualcosa di alternativo e, in tutta onestà, molto più divertente e soddisfacente: il Nordic Walking. Ho trovato un bel gruppo omogeneo, una decina di ragazze "guidate" da una istruttrice veramente brava, competente e simpatica.
Ho preso subito confidenza con la tecnica, che non è così evidente, mi sono trovata a mio agio e sono partita in 4a come al solito... il mio ritmo è sempre abbastanza sostenuto; sono soddisfatta perchè l'ho comunque mantenuto per tutta l'ora e mezza di allenamento. Il recupero è stato buono e oggi mi sento bene. Vediamo quando le uscite saranno oltre l'ora e mezza ma mi conosco e non credo che avrò problemi. Il fatto di utilizzare i bastoni fa si che si "speedi" parecchio e la camminata risulta davvero veloce, un ritmo che normalmente a piedi non ho.

*********************

La tecnica della camminata nordica è un inserimento dei bastoni nella camminata normale e naturale. La tecnica dell'utilizzo dei bastoni è simile di quello dello sci da fondo classico (passo alternato): il bastone viene appoggiato al terreno in corrispondenza della proiezione del baricentro del corpo. L'appoggio del bastone sul terreno permette una notevole riduzione del carico delle articolazioni delle ginocchia, delle caviglie e delle anche.

Applicando la tecnica corretta, si riesce a coinvolgere gran parte della muscolatura corporea rendendo la camminata nordica una forma di allenamento aerobico di grande efficacia. Come lo sci da fondo anche questo sport è un ottimo allenamento cardiovascolare e l'esercizio regolare migliora considerevolmente le prestazioni del cuore e dei polmoni, oltre a tonificare e rinforzare la muscolatura di tutto il corpo.

L'insegnamento della tecnica della camminata nordica moderna, oltre a far apprendere un corretto utilizzo dei bastoni, consente anche il recupero della naturale camminata senza bastoni, l'assunzione di una postura eretta e della stabilità centrale del corpo, cioè l'utilizzo attivo dei muscoli della schiena e dell'addome. Un principio fondamentale della disciplina è che tutte le abilità acquisite praticando la camminata nordica devono essere poi trasferite anche nella vita di tutti i giorni.

Nella camminata nordica la possibilità di poter scegliere l'intensità e la difficoltà dei percorsi la rende un'attività idonea per persone di ogni età e in qualsiasi forma fisica, l'alleggerimento dell'impegno a carico delle articolazioni inferiori ne rende adatta la pratica anche a coloro che hanno alcune tipologie di problemi articolari. Come per qualsiasi disciplina sportiva, anche per il Nordic Walking esiste una tecnica da imparare ed apprendere per poter praticare al meglio questa attività e poter così usufruire di tutti i benefici che questo tipo di movimento comporta.

La tecnica fondamentale del Nordic Walking prende spunto dai movimenti propri dello sci di fondo per la tecnica classica, utilizzando il cosidetto movimento diagonale e inserendo in modo adeguato l'utilizzazione dei bastoncini.

Il Nordic Walking è una camminata naturale che si avvale della successione fisiologica dei movimenti alternati di braccio e gamba opposti alla quale si aggiunge una spinta efficace con il bastoncino che porta ad ottenere una maggiore lunghezza del passo senza però abbandonare la naturale fluidità del movimento.

Per questa disciplina vengono utilizzati particolari bastoncini in materiale composito composta da carbonio e/o fibra di vetro che, con una tecnica appropriata (stessa tecnica usata nello sci da fondo), durante il cammino permettono di coinvolgere fino al 90% circa della muscolatura del nostro corpo come in rari altri sport avviene. La lunghezza ottimale la si può calcolare impugnado il bastoncino e verificando che il gomito abbia un angolo di 90° circa (si può anche stimare la misura moltiplicando la propria altezza per il coefficiente 0,68 anche se le diverse proprorzioni del corpo di ogni singla persona non ne fanno un metodo ottimale). Per l'utilizzo nei boschi o sullo sterrato i bastoni sono provvisti di una punta metallica, per utilizzi su asfalto si inserisce uno speciale gommino da asfalto in gomma. I bastoni sono provvisti di particolari laccioli regolabili tramite un'apposita chiusura in velcro in modo da permettere il rilascio dell'impugnatura dopo la fase di spinta per non provocare un eccessivo affaticamento delle braccia.

lunedì 7 settembre 2009

Importanti decisioni..

Ieri sera abbiamo deciso che l'anno 2010 sarà quello che consacreremo alla nostra versione di "Un indovino mi disse" di Tiziano Terzani...

Per chi non sapesse di cosa sto parlando, in quel libro Tiziano Terzani parla di quando decise di non prendere un aereo o un mezzo pubblico per tutto un anno, a causa della profezia di un indovino, che glielo sconsigliò.

Per questo motivo Thomas ed io abbiamo "abbandonato" tutti i nostri progetti (ad agosto avevamo intenzione di fare la Route 66 negli USA) ed abbiamo deciso di rimanere in Europa, avendo come destinazioni rotte terrene e da fare in Camper.
Questa decisione è nata anche dal fatto che secondo me per lui sarebbe troppo pesante seguire la scuola e poi nelle vacanze estive farsi un viaggio come la Route 66, ci vuole senz'altro qualcosa di più easy.

Vedremo cosa fare e dove andare .. affaire à suivre!